PNEI


(Psico Neuro Endocrino Immunologia)

 

La PNEI (Psico Neuro Endocrino Immunologia)


Nella mia vita di chirurgo sovente mi sono chiesto quale fosse la causa profonda di tante malattie anche molto gravi che ero chiamato a curare restituendo spesso una vita dignitosa a chi l'aveva ormai gravemente compromessa.
C'era già in me il germe di quella che sarebbe stata una svolta radicale nel mio approccio alla malattia e al malato: dalla stretta analisi fisica biochimicamente e strumentalmente evidenziata e obiettivata ad una visione più ampia dell'uomo nella sua complessa entità psicofisica, preludio allo studio appassionato ed alla applicazione clinica della PNEI.

La Psico Neuro Endocrino Immunologia è una scienza che studia le interrelazioni strette e costanti tra Psiche, Sistema Nervoso, Apparato Endocrino e Sistema Immunitario. I meccanismi biologici che regolano i rapporti tra questi grandi sistemi dell'organismo sono gli stessi che stanno alla base del normale funzionamento dell'organismo così come, se alterati, sono all'origine delle più svariate disfunzioni e malattie. La PNEI è la base della vita sia in salute che nei vari aspetti della sua alterazione.
La profonda conoscenza della PNEI, dei suoi meccanismi, delle sue manifestazioni è il fondamento della vera medicina, quella biologica, che non si ferma alle apparenze, ai sintomi, ma va alla radice dei problemi per curarli e risolverli nel modo più adeguato.

Ma come è costituita e come funziona la PNEI?


Essa è una rete di comunicazione continua tra Psiche, sistema Nervoso, sistema Endocrino e sistema Immunitario in costante interazione fra loro come in un network. Ogni evento che coinvolge primariamente uno degli elementi del network è segnalato in tempo reale a tutti gli altri attivandoli e influenzandoli.
I mezzi d'intercomunicazione sono svariati: molecole quali citochine, ormoni, neurotrasmettitori, fattori di crescita, fino al coinvolgimento di onde elettromagnetiche, di fenomeni di biorisonanza, di quanti, di fotoni, non soltanto quindi materia (molecole) ma anche energia allo stato puro in una continua reciproca trasformazione fra loro.
Approfondendo lo studio sulle vie e sui mezzi di comunicazione tra psiche - identità emozionale, cognitiva e spirituale-, sistema nervoso, sistema endocrino e immunitario, vediamo che le molecole di interrelazione sono comuni ai vari sistemi e che le loro cellule possiedono recettori in grado di comprendere i messaggi che arrivano dai vari componenti del network. Per esempio le cellule immunitarie ricevono messaggi dal sistema nervoso vegetativo (S.N.V.), dal cervello, dal sistema endocrino e a loro volta inviano ad essi le proprie comunicazioni attraverso speciali molecole già citate: le citochine. Siamo così giunti alla spiegazione scientifica del perchè un grave dispiacere può causare un deficit immunitario con conseguente malattia o una alterazione fisica, comunicata al cervello, può indurre modificazioni neuro-psichiche.

Recenti ricerche clinico-sperimentali hanno potuto appurare che la PNEI è alla base di svariate funzioni che, integrate fra loro, presiedono alle funzioni vitali, alla regolazione dei processi biologici fondamentali necessari alla sopravvivenza, siano essi rivolti a fenomeni interni all'organismo che in relazione di esso con l'esterno (adattamento all'ambiente), nonché alla propagazione della specie (ambito della sessualità-riproduzione).

Se queste sono le basi anatomo-funzionali comuni a tutti gli individui, diverso sarà invece il comportamento di ciascuno. Infatti le reazioni del network PNEI, che per esprimersi necessitano dei sistemi integrati citati, dipenderanno fondamentalmente dalle caratteristiche biologiche e psicologiche individuali.
Ecco entrare in gioco la costituzione genetica e le sue modificazioni successive impresse dalle esperienze vissute, che condizionano le reazioni individuali comportamentali, neuroendocrine e neurovegetative in risposta ai vari stimoli, particolarmente a quelli relativi ad eventi stressogeni.
Tutto ciò costituisce la base biologica con la quale ogni persona interagirà nelle varie situazioni esistenziali, così come in salute e nella malattia perché ogni persona è un'identità unica e irripetibile.
Shock di grande impatto come la perdita di persone care, gravi incidenti, violenze o stress prolungati come situazioni familiari, lavorative o sociali disagevoli, separazioni, malattie ingravescenti di congiunti sono spesso il primum movens di squilibri Neuro Endocrino immunitari a partenza Psichica che si concretizzano in alterazioni somatiche/viscerali. Alcuni esempi: squilibrio della bilancia immunitaria (infezioni virali o batteriche, disturbi autoimmuni, allergie), sindrome metabolica, malattie croniche in genere per giungere fino a quelle tumorali. Allo stesso modo traumi fisici possono esitare in turbe psichiche di vario ordine e grado.

È proprio sul Network PNEI che le metodiche cliniche biologiche da me praticate agiscono ripristinando l'equilibrio alterato. Mi riferisco in particolare all'Auricoloterapia, alla Omotossicologia, oltre che alla ricerca di uno stile di vita e nutrizionale più consono.